18/08/11

Befesda contro le minzioni

La famosa software house (magari una che suona, più o meno, così) avrebbe intentato un'azione legale ai danni di un non identificato uomo qualunque, intento a scrollarselo nell'intimità del bagno di casa sua, dopo aver espletato funzioni corporali di pubblico dominio.
La Befesda, per bocca del suo legale Barry Nason, è fortemente intenzionata a evitare qualsiasi malinteso scaturente dalle somiglianze tra le due situazioni.
"E' innegabile che un tizio che se lo scrolla - queste le parole di Barry Nason - possa facilmente essere associato agli scrolli degli anziani. Faremo tutto il possibile per evitare che il caos avviluppi il mondo del videogioco".
Il non identificato uomo qualunque ha risposto alla sua maniera: sedendosi sul gabinetto con una copia cartacea di BVG: l'unica rivista elettronica di videogiochi a doppio velo.