17/07/11

Sii forte (post serio)


Era il 1992... 19 anni fa? Eh sì, davvero i decenni volano. I tempi delle superiori, i tempi della sala giochi, i tempi del "non ci sono problemi all'orizzonte, va tutto bene". Quel pomeriggio, di corsa in sala giochi: come tutti i pomeriggi, ma quello era un giorno speciale. Entriamo in sala giochi e, immediatamente sulla sinistra, un nuovo cabinato, di quelli extralusso con poltroncine. Rosse.
 Eravamo spiantati, come al solito; come oggi, più o meno, ma con più capelli (e nessuno bianco). Che emozione, Fatal Fury 2 così, tra capo e collo, senza preavviso... don Ciccio mica ci aveva avvisati! Allora, facciamo così: io mi specializzo su Andy, tu con Terry e io con Joe (Joe era toccato a me, ma non ho mai imparato a giocarci particolarmente bene, come non ho mai imparato a giocare particolarmente bene a nulla o quasi).
Certo, tutto bello: ma con quali soldi? Eravamo impreparati. E andammo al circolo dei cacciatori e c'era tuo padre, che faceva sì il burbero quando gli chiedevi i soldi per prendere i sei gettoni al Bar Mexico o i sette da Fraisicco, ma non te ne andavi mai a tasche vuote. E ti/ci comprò anche una coca grande, sarà stata da 1,5 litri? Due? Non importa, era grande che il pomeriggio assolato la giustificava tutta. E andammo al bar, a procurarci i gettoni. E ci sedemmo al cabinato lussurioso, almeno due tra noi e non ricordo chi. E poi entrò il barista e ci fece una chiavica: "Venite al bar a giocare e comprate la cocacola altrove?"
"Ma no - tentammo di discolparci, innocenti per davvero -  ce l'hanno regalata, non l'abbiamo comprata!"
Mario non si convinse mai, ma era così. E poi c'era Fatal Fury 2, avevamo qualche moneta da spendere, faceva caldo ma chi se ne frega, eravamo più giovani di 19 anni, che vuoi che possa farti il caldo quando hai 19 anni in meno e Fatal Fury 2?
E' proprio vero: la sala giochi ha un aneddoto per qualsiasi situazione. E mentre bevo vino ghiacciato, dopo birre ghiacciate, dopo vino ghiacciato, ti auguro che la vita ti sia, comunque, lieve. E che tutto, in futuro, vada meglio.

P.S.: A me, il fatto di spostarsi su due piani di combattimento non è mai piaciuto.