19/09/09

L'ho cercato per 25 anni

L'avevo visto solo dal mitico Remualdo (o Remuardo, o Limuardo), poi mai più. Non riuscivo neanche a ricordarne il nome, i realizzatori, niente.
Aveva una caratteristica particolare: durante la dimostrazione, quando nessuno giocava, c'era un momento particolare in cui si potevano prendere le redini dell'astronave e giochicchiare per diversi secondi: una manna, per me, che avevo esaurito le 200 lire quotidiane (ebbene si, questo avevo da spendere: se voi siete figli di sceicchi, infierite). Ma era una manna pure per gli altri colleghi morti di fame!

Si vedeva gente passeggiare distratta nei pressi del cassone, alla giusta distanza: non troppo lontano, altrimenti ti fregavano il posto; non troppo vicino, altrimenti l'arcigno Remualdo se ne accorgeva e te ne cacciava dal circolo, finchè non tornavi coi soldi. Era anche una questione di tempistica: non dovevi avvicinarti al gioco troppo presto (altrimenti l'arcigno Remualdo eccetera), ma neanche troppo tardi... altrimenti ti fregavano il posto, come sopra. Dovevi essere abile, se eri solo nella sala giochi dovevi fingere di inserire la monetina, magari fare pure un rumore metallico che giustificasse la tua presenza nei pressi di Exerion.
Adesso l'ho trovato e, grazie alle meraviglie della moderna tecnologia, ho potuto provarlo sul Mame (ma non temete: ho il cassone con la scheda originale, quindi posso; per 25 anni circa non ci ho giocato sul cabinato perchè avevo il monitor rotto).
Ebbene? E' troppo difficile! Ha un'inerzia così realistica che neanche in X-wing... Eppure, da piccolo, andavo forte!